• This site uses cookies. By continuing to use this site, you are agreeing to our use of cookies. Leggi altro.

Incidente Etiopia 737-800 Max

six75

Silver Supporter
#1
Ho visto che nessuno ha aperto questa discussione , mi piacerebbe leggere pareri da chi se ne intende molto più di me o anche da qualche pilota reale...
 

Giovanni

Silver Supporter
Supporter Platinum
#2
Credo che il silenzio sul forum, vista l’entitá della tragedia che ha coinvolto anche numerose vittime connazionali, derivi semplicemente dal fatto che sin’ora nessuno se la sia sentita più di tanto di parlare dell’accaduto.
Con ciò - ci tengo a chiarirlo subito - NON intendo assolutamente dire che tu abbia fatto male ad aprire il post o a parlarne, nemmeno che tu abbia sbagliato a porti qua e ora quesiti sull’accaduto che certamente molti di noi (me compreso) in un modo o nell’altro ci siamo posti! Ne che tu abbia in qualche modo mancato di sensibilità!
In parole semplici non è assolutamente una critica a te o al tuo post.
Ciò chiarito, con il massimo rispetto e cordoglio per le numerose vittime, mi chiedo anch’io cosa abbia impedito di bypassare (ammesso che la causa sia poi quella) questo fantomatico sistema di sicurezza!
 
Ultima modifica:

Poeta

The Boss
Staff Forum
Admin
#3
Ritengo che parlarne o fare supposizioni sia fuori luogo. Non metto in dubbio l'esperienza di molti di voi ma al momento sarebbe solo gossip, poco utile al forum.

Inviato da una galassia lontana lontana utilizzando Tapatalk
 

giorgiog

Silver Supporter
#4
Mah ... temo, per una volta di non essere d'accordo con la poszione di "Poeta", del quale tuttavia ho sempre ammirato e continuo ad ammirare il grande equilibrio, la tempestività e la coerenza nella gestone del forum.
L'incidente, di cui si parla, ha colpito, emozionato, rattristato molti di noi, che si interessano in vari modi di simulazione e/o di aerei veri. Proprio per questo credo che parlarne, magari anche con chi ne sa di più, nei modi e nei limiti richiesti dal rispetto dovuto, possa essere utile e possa promuovere anche un positivo processo catartico. Il gossip, sappiamo, è evidentemente in agguato, ma tutti anche sappiamo, che qui c'è il nostro attento moderatore a controllare puntualmente che questo non si verifichi.
Lo so, facile a dirsi ….
giorgiog
 

Dindi

Membro Senior
#5
Anche io ero curioso di vedere se qualcuno apriva un post sull'accaduto.
È singolare il fatto che pian piano tutte le nazioni stiano fermando il 737max. Però se non sbaglio ci sono 55 737max in Europa (o nel mondo?) che volano quindi al momento non so se è solo una precauzione in attesa che si scaoprano le vere cause o ci sia un vero motivo per cui Boeing ha consigliato di tenerlo a terra.
Certo è che se si trattasse di un bug software con 55 aerei che volano vuol dire che riprodurre il fenomeno al simulatore per verificare effettivamente il comportamento non sarà facilissimo.
 

federic

Membro Senior
#7
Posso solo dire che una delle vittime italiane era mio conoscente.
 

diego1958

Gold Supporter
#8
Commento di Capt Sully Sullenberger al riguardo

We do not yet know what caused the tragic crash of Ethiopian 302 that sadly claimed the lives of all passengers and crew, though there are many similarities between this flight and Lion Air 610, in which the design of the Boeing 737 MAX 8 is a factor. It has been obvious since the Lion Air crash that a redesign of the 737 MAX 8 has been urgently needed, yet has still not been done, and the announced proposed fixes do not go far enough. I feel sure that the Ethiopian crew would have tried to do everything they were able to do to avoid the accident. It has been reported that the first officer on that flight had only 200 hours of flight experience, a small fraction of the minimum in the U.S., and an absurdly low amount for someone in the cockpit of a jet airliner. A cockpit crew must be a team of experts, not a captain and an apprentice. Airlines have a corporate obligation not to put pilots in that position of great responsibility before they are able to be fully ready. While we dont know what role, if any, pilot experience played in this most recent tragedy, it should always remain a top priority at every airline. Everyone who flies depends upon it.
 

six75

Silver Supporter
#10
#12
Purtroppo le migliorie nascono dagli errori. Qui però sento sempre parlare di responsabilità della Boeing che ha creato un aereo con un sistema pericoloso che ha probabilmente causato la morte di di tanti esseri umani.
Di nuovo il mercato, la competizione e l'obbligo di raggiungere i profitti hanno messo in secondo piano il valore della vita umana di chi è come noi: semplicemente persone e non dirigenti, uomini di marketing e capitani d'azienda.
Spero che qualcuno paghi. I passeggeri, come noi pagano sempre e questa volta, ancora , alcuni ci hanno lasciato la vita.

Inviato dal mio SM-G950F utilizzando Tapatalk
 
#13
commento di un pilota real:

- A quanto*sembra,*dopo che la BEA ha scaricato i dati (non quelli di FR24!!!!) sembrerebbe che il tracciato ed i profili del volo Lion Air 610 ed Ethiopian 302 si somiglino molto ed abbiamo molti punti in comune.
- Oltre ai punti in comune tra le due sciagure, quello che avrebbe spinto definitivamente Boeing ed FAA a mettere a terra i modelli MAX 8 e 9 sarebbe il ritrovamento sul luogo dello schianto dell' Ethiopian della vite senza fine dello stab, posizionata in modo da far pensare che lo stabilizzatore dell'aereo fosse settato in full nose down. Da qui due ulteriori domande, che al momento attendono evidentemente una risposta: chi l'ha portata in quella posizione? se a farlo è stato un sistema automatico di cui la macchina è fornita (i.e MCAS) come è possibile che quest'ultimo sia stato progettato in maniera da non lasciare margine di manovra nell'escursione dello stab ai piloti in caso di guasto non riconosciuto in maniera abbastanza celere?**
- Le domande sull'intervento (non dovuto/voluto) dell' MCAS si concentrano sul sistema di "redundancy" della macchina, in particolare del segnale inviato dalle sonde AoA al sistema in questione: se ne sono lette di svariate, secondo alcuni i canali sarebbero due, secondo altri addirittura solamente uno (a me personalmente sembra improbabile). Qui alzo le mani, non conoscendo il sistema chiedo aiuto ai colleghi che abilitati sul MAX. In ogni caso alcuni criticano il fatto che il sistema non sarebbe stato progettato in maniera abbastanza ridondante. Una discordanza del segnale inviato dalle sonde AoA del CPT o del FO potrebbe aver causato letture di velocità errate in uno dei due lati ed a tutti gli effetti una situazione di unreliable speed, conseguentemente, l'intervento di MCAS. Da qui una riflessione personale tralasciando per un attimo il "senno del poi": trovarsi in una situazione di unreliable speed con un aereo che continua a voler tirare giù il muso ogni 10 secondi sino a portare lo stab a fondo corsa senza di fatto capirne il motivo sarebbe una situazione infernale anche al calduccio di un simulatore, non oso immaginare viverlo in una situazione reale.
- A tal proposito, prima dell'incidente del Lion Air*sembra*che il sistema MCAS non fosse neanche contemplato sull'FCOM. Dopo l'incidente Boeing ha detto che, in caso di anomalie, "basta" applicare la procedura "stab runaway". Se i colleghi dell' Ethiopian ne fossero a conoscenza sarà interessante capirlo. Non credo, d'altra parte, che tale procedura facesse parte del syllabus del TR del MAX.*